BALTORO ODISSEY CLASSIC

1-22 luglio

Intro
E’ un trek di gradissimo fascino che pone a stretto contatto con il paesaggio imponente e selvaggio del Karakorum. Il trekking parte da Askole, snodandosi dapprima attraverso la grande valle deserta del fiume Braldu, quindi risalendo il Ghiacciaio Baltoro fino all’immenso circo glaciale di Concordia. Di qui si prosegue lungo il Ghiacciaio Godwin Austen dove si incontra per primo il campo base del Broad Peak e quindi quello del K2. Il paesaggio e’ stupefacente: Trango Tower, Cathedral Peak, Masherbrum, Uli Biaho, Muztag Tower, Gasherbrum IV, Chogolisa, Broad Peak e K2, circondano i trekkers durante il cammino.
Da sapere
I sentieri del Baltoro si sviluppano in ambiente straordinario, anche se molto aspro e selvaggio, quasi privo di vegetazione e richiedono quindi un buono spirito di adattamento. Per la maggior parte non presentano difficoltà tecniche. I nostri itinerari sono personalmente testati e tarati per offrire il miglior acclimatamento possibile in relazione alla durata complessiva del trek e vengono guidati dalle nostre guide locali. Ciononostante l’itinerario raggiunge quote di un certo rilievo, che superano i 5.000 metri e rendono altamente consigliabile un buono stato fisico e di allenamento, per poter godere appieno di ogni momento del trek. I pernottamenti da Askole in avanti avvengono tutti in tenda ed è quindi necessario un saccopiuma medio-pesante. Per l’abbigliamento abbiamo disponibile una lista di equipaggiamento consigliato.
I pasti sono serviti e consumati in tenda mensa e vengono cucinati dai nostri bravi cuochi. Il visto pakistano va richiesto con parecchio anticipo (almeno quattro settimane prima della partenza).

G Programma
1 Partenza dall’Italia con volo di linea.
2 Arrivo a Islamabad e trasferimento all’hotel. Sistemazione e cena libera.
3 Islamabad-Chilas. Partenza con bus. Trasferimento via Karakorum Highway fino Chilas.
4 Chilas-Skardu. Trasferimento a Skardu, situata a 2287 metri s.l.m e’ la capitale del Baltistan.
5 Skardu-Askole. Transfer in jeep ad Askole. Arrivo al “campsite” di Tongal, posa del campo.
6 Askole-Jhola. Inizio del trekking. Dopo aver incrociato il ghiacciaio Biafo, il sentiero procede lungo al fiume Braldu, fino a raggiungere Jhola. (5/6 ore)
7 Jhola-Payju. In 6 ore circa di cammino si giunge all’oasi di Payju, situata nei pressi del fronte del Baltoro e sormontata dallo splendido Payju Peak (6.000 mt). (6/7 ore)
8 Payju-Khuburtse. Tappa un poco più breve fino a Khuburtse. (4/5 ore)
9 Khuburtse-Urdukas. Tappa che si sviluppa sul ghiacciaio Baltoro, dominata dalle forme straordinarie del Cathedral Peak, Trango Tower e Masherbrum. ilcampo di Urdukas è su erba. (4/5 ore)
10 Urdukas-Goro II. Si continua la salita lungo il Baltoro verso Gore. (6/7 ore)
11 Goro II-Concordia. Tappa che conduce a Concordia (4687 m.), splendido “crocevia” da cui si ammirano la Muztagh Tower, Uli Biaho, il Masherbrum, Gasherbrum IV, Broad  Peak e, imponente sullo sfondo, il K2. (5 ore)
12 Concordia-campo base K2. Si risale il Ghiacciaio Godwin Austen incontrando il campo base del Broad Peak . Il campo base del K2 e’ a circa quattro ore da Concordia, situato a 5.000 metri.
13 Campo base K2. Giornata di riposo ed esplorazione al campo base.
14 Campo base K2-Concordia. Mattina libera, nel primo pomeriggio discesa a Concordia.
15 Concordia-Goro I. Da Concordia si ridiscende il Baltoro fino a Goro I, in corrispondenza del ghiacciaio Biange.
16 Goro I – Urdukas. Continua la discesa lungo le grandi morene del Baltoro fino a raggiungere il campo di Urdukas.
17 Urdukas-Payju. Si prosegue verso il fronte del ghiacciaio, Usciti dal Baltoro si raggiunge l’oasi di Payju.
18 Payju-Korofong. Trek fino al campo di Korofong.
19 Korofong-Askole-Skardu. Ultima tappa che porta ad Askole, dove si trovano le jeep che ricondurranno i trekkers a Skardu.
20 Skardu-Islamabad. Volo per Islamabad. Se il volo non opera, trasferimento via terra a Chilas.
21 Islamabad. Giornata a disposizione a Islamabad. Se il volo non ha operato, trasferimento Chilas- Islamabad.
22 Partenza per l’Italia.
23 Arrivo in Italia
La quota comprende

 

– Trekking permit
– Tutti i trasferimenti aeroportuali come da programma con mezzi privati.
– Sistemazione in hotel a Islamabad, in camera doppia, mezza pensione, come da programma.
– Sistemazione in hotel a Chilas, in camera doppia, pensione completa, come da programma.
– Sistemazione in hotel a Skardu, in camera doppia, pensione completa, come da programma.
– Tutti i trasporti Islamabad -Islamabad per membri e bagaglio, come da programma.
– Cuoco + kitchen boy (stipendio, assicurazione, cibo, trasporto, equipaggiamento).
– Sirdar (stipendio, assicurazione, cibo, trasporto, equipaggiamento).
– Portatori di bassa quota. 1 portatore (15 kg.) a testa per equipaggiamento personale.
– Portatori per equipaggiamento di gruppo.
– Cibo per tutta la durata del trekking.
– Equipaggiamento cucina, tenda cucina, tenda mensa, tenda toilette, tavoli, sedie, fornelli, combustibile.
– Tende per il campo base (da 2 persone) e materassi.
– Riconferma dei voli di ritorno.
– Costi di campeggio, tasse stradali e attraversamento ponti di membri e staff.
La quota non comprende

 

– Volo internazionale.
– Volo interno Skardu-Islamabad (95 US$).
– Visto pakistano.
– Tasse aeroportuali in Pakistan.
– Pranzi a Islamabad.
– Bevande, mance e tutti gli extra in genere.
– Trasporti e pernottamenti extra. Costo trasporto peso extra: 13 US$ / kg.
– Supplemento singola: 300 € per persona.
– Tutto quanto non espressamente menzionato ne “La quota comprende”.
Quota individuale di partecipazione 8-9 pers.           2.630 € + volo
10-11 pers.       2.460 € + volo
12-13 pers,       2.330 € + volo
Nota: tutte le quotazioni sono fatte utilizzando il tasso di cambio US$/€ in essere nel mese di novembre 2015. Eventuali adeguamenti per variazioni dello stesso, verranno comunicati entro e non oltre 20 gg. dalla partenza
VOLO INTERNAZIONALE
Volo Malpensa-Islamabad (Turkish o Qatar): da 450 a 550 € + tasse aeroportuali quantificabili al momento dell’emissione (circa 350 €)