Campo base Everest classico – Il Mani Rimdu

  • PAESE                                Nepal
  • DURATA                           18 giorni
  • DIFFICOLTA’                 Facile
  • PERIODO IDEALE      Aprile-Maggio / Metà settembre-fine novembre

Intro
Un grande classico non molto impegnativo in termini di sforzo fisico e di tempo richiesto, ma non per questo meno spettacolare quanto a panorami. Il percorso, che si snoda lungo la Valle del Khumbu, tra villaggi sherpa e magnifiche foreste, porta al campo base della montagna più alta della terra, l’Everest, che nel 2003 ha festeggiato il 50° Anniversario della prima salita effettuata da Edmund Hillary e dallo sherpa Tenzing Norgay. Il panorama è ovviamente mozzafiato fin dai primi chilometri, con alcune delle vette himalayane più belle e famose che circondano la valle: Thamserku, Kangtega Ama Dablam, Lhotse, Pumori.

MANI RIMDU
La prima rappresentazione del Mani Rimdu al monastero di Tengboche ha avuto luogo intorno al 1930. Non esistono testi o manoscritti, la sequenza dei riti e balli è tramandata oralmente.E’ una festa di carattere religioso, nella quale i monaci indossano maschere che rappresentano personaggi divini. Il Mani Rimdu cerca di iniziare alla fede nei fondamenti del buddismo tentando di risvegliare alcuni valori morali ed etici negli spettatori. Alcuni principi dottrinali vengono appresi e chiarificati dalle sequenze di riti e balli . Coloro che guardano il dramma con cuore puro acquistano indulgenze.
Tre settimane prima i vestiti vengono tirati fuori dal magazzino, sistemati e controllati . Il giorno prima viene fatta una danza di prova per sincronizzare la danza alla musica. Il monastero viene utilizzato come sala prova.
La data di inizio coincide con il plenilunio di Novembre. Le danze durano tre giorni.

Da sapere
I sentieri della valle del Khumbu sono molto segnati e frequentati e non presentano alcuna difficoltà tecnica. I nostri itinerari sono personalmente testati e tarati per offrire il miglior acclimatamento possibile in relazione alla durata complessiva del trek e vengono guidati dalle nostre guide Sherpa locali. Ciononostante, la parte alta dell’itinerario raggiunge quote di un certo rilievo, che superano i 5.000 metri e rendono altamente consigliabile un buono stato fisico e di allenamento, per poter godere appieno di ogni momento del trek.  I pernottamenti avvengono in lodge comodi ma con gradi di comfort complessivo che calano leggermente man mano che si sale verso l’alto. Le camere sono generalmente da due letti, non riscaldate e per il pernottamento è necessario un saccopiuma medio-pesante. I pasti sono serviti e consumati nei lodge che offrono ampia scelta di piatti locali ed occidentali.
Il visto nepalese di 30 giorni si ottiene all’arrivo all’aeroporto di Kathmandu con una foto tessera, la compilazione di un modulo che provvediamo a fornire prima della partenza ed il pagamento di 40 US$.

RICHIEDETE IL PROGRAMMA DETTAGLIATO CON SERVIZI E COSTI.


Un pensiero su “Campo base Everest classico – Il Mani Rimdu

  1. Ciao Manuel sono Paolo ( per intenderci il compagno di merende di Alessandro Basta ) non sapevo che facevi anche questo ! Complimenti innanzitutto .. detto questo è uno dei miei sogni arrivare ai piedi al cospetto della Regina di tutte le vette L’ EVEREST .
    Mamma mia quanto mi piacerebbe , ne possiamo parlare in viva voce quando ci troviamo nel Sahara con Adriano ? Ciao un abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...